Cosa rende Comunweb una best practice

Un'offerta di servizi ICT rivolta agli Enti Locali trentini, che parte da una visione olistica dei processi di innovazione. Da progetto tecnologico a modello di piattaforma territoriale socio-tecnica, che tiene conto di bisogni ed interessi di tutti gli stakeholder coinvolti (amministratori, dipendenti e cittadini, nelle loro varie forme)

Pur seguendone la progettazione e la realizzazione fin sua nascita, diventa ogni giorno più complesso anche per noi descrivere cos'è diventata ComunWeb, una piattaforma territoriale che viene costantemente arricchita di nuovi servizi ed opportunità per gli Enti Locali trentini.

Note tecniche

  • E' stata sviluppata anche una dashboard per monitorare i dati aperti dagli Enti Locali.
  • Le principali componenti software, rilasciate con licenza aperta, sono disponibili su GITHUB .

Una iniziativa avviata nel 2012 dal Consorzio dei Comuni Trentini  in stretta collaborazione con Opencontent, concepita come piattaforma digitale omogenea per la gestione di dati e processi degli enti locali, ed oggi utilizzata sempre più come sistema di erogazione di servizi web dalla quasi totalità dei Comuni e delle Comunità di Valle.

Per semplicità, riportiamo le analisi di chi, per competenza ed autorevolezza, ha cercato di descriverne i numeri e le caratteristiche. Il nostro auspicio come azienda è che questi risultati, a cui hanno contribuito anche le nostre competenze e la nostra piattaforma tecnologica OpenPA, possano essere replicati in altre regioni, italiane ed europee, attraverso pratiche di riuso, condivisione e co-progettazione.

Piattaforma unica per i comuni, ecco cosa rende Comunweb una best practice europea

Il lavoro di Ricerca "Obiettivo Comunweb: ottimizzare le risorse, generare valore. Da progetto tecnologico a modello di piattaforma territoriale" ha permesso di conoscere nel dettaglio un progetto che si attesta ad oggi come un modello di piattaforma scalabile, riusabile e adattabile sui territori italiani e che viene studiato con interesse a livello nazionale ed europeo. Fonte: ForumPA

Comunweb, la pubblica amministrazione è un fattore di competitività

Il presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi ha partecipato al seminario dedicato alla piattaforma dei servizi online del Consorzio Comuni.
I cittadini e le imprese trentine hanno delle aspettative alte nei confronti della pubblica amministrazione perché l'Autonomia garantisce agli entri pubblici locali competenze e risorse. Per questo motivo la pubblica amministrazione deve essere un fattore di competitività del territorio, grazie alle nuove tecnologie ma soprattutto al cambio di atteggiamento e di velocità nelle risposte a utenti, cittadini e aziende. A sostenerlo è il presidente della Provincia autonoma di Trento che ha partecipato stamani al convegno dedicato a Comunweb, la piattaforma di servizi del Consorzio dei Comuni trentini. Al convegno è intervenuto l'assessore provinciale agli enti locali Carlo Daldoss, il quale ha sottolineato come Comunweb rappresenti una grande opportunità per i Comuni impegnati a garantire ai cittadini efficienza ed efficacia dei servizi: "Il riconoscimento che la piattaforma del Consorzio Comuni sta riscuotendo a livello nazionale è la conferma che anche la periferia può concorrere allo sviluppo dell'Italia, attraverso servizi innovativi in grado di accorciare la distanza tra cittadino ed istituzioni". Fonte: Conferenza delle Regioni

Progetto Comunweb: la collaborazione fa risparmiare 1,4 milioni e porta innovazione sui territori

“Comunweb, la piattaforma open source che ha fatto risparmiare ai Comuni Trentini 1,4 milioni di euro in tre anni grazie a soluzioni tecnologiche avanzate e a un originale model-lo di governance, è pronta per la seconda fase: riuso e trasferibilità sui territori”. Così Gianni Dominici, Direttore ForumPA, a commento della Ricerca FPA sulla piattaforma sviluppata dal Consorzio dei Comuni Trentini e già utilizzata da 201 Enti. Fonte: ForumPA

SensorCivico a Bolzano: Successo per il portale del municipio

In meno di due anni ha raccolto la bellezza di 7.766 segnalazioni da parte dei bolzanini. Stiamo parlando di «SensorCivico», la piattaforma digitale interattiva lanciata dal Comune di Bolzano nel 2015 per inoltrare segnalazioni, suggerimenti denunce e reclami. Cui i tecnici comunali dei vari settori hanno risposto (o stanno rispondendo). A tutti quanti e nel giro di pochi giorni. Non sempre la risposta fornita soddisfa l’utente, ma l’impegno profuso è notevole e al municipio va dato atto dello sforzo tutt’altro che residuale. Le segnalazioni riguardano pressoché l’intero scibile umano: le aree tematiche in cui si suddividono le segnalazioni sono oltre una cinquantina, ma la più gettonata, siamo a oltre la metà dei reclami totali, è di certo l’area strade-traffico-viabilità: semafori, dossi, buche, specchi parabolici, segnaletica, soste selvagge. Fonte: Comune di Bolzano

Obiettivo Comunweb: ottimizzare le risorse, generare valore. Da progetto tecnologico a modello di piattaforma territoriale

Seminario di presentazione dei risultati del Report di ricerca FPAOggetto della Ricerca è Comunweb: il progetto del Consorzio dei Comuni Trentini, nato nel 2012 come soluzione informatica omogenea per tutti gli enti interessati a un portale di comunicazione su piattaforma condivisa e, ad oggi, utilizzata dalla quasi totalità dei Comuni e delle Comunità di Valle. Fonte: ForumPA

ComunWeb, esempio da seguire

[...] Cosa si può fare ora nel campo dell'innovazione digitale che non ha bisogno della politica, ma solo dell'azione fattiva dell'amministrazione?

Maurizio Napolitano: l'esempio di ComunWeb del Consorzio dei Comuni del Trentino per me è uno degli esempi da seguire e su cui, magari, far convergere un po' tutti. In breve: oltre il 90% dei circa 180 comuni del Trentino stanno facendo uso della stessa piattaforma di pubblicazione dei contenuti su web. La piattaforma intercetta alcuni dati in automatico ed altri dall'inserimento degli operatori. Gli output sono le informazione per i cittadini che vengono strutturate tutte allo stesso modo.La piattaforma non si ferma alla pubblicazione di pagine web ma offre l'accesso dei suoi contenuti anche via webservices permettendo quindi una multicanalità ed un riuso dei dati totale. Siamo davanti ad una omogeneizzazione dei processi di produzione dentro la PA attraverso l'uso di vocabolari condivisi pensata in particolare mettendo il cittadino al centro. Questa soluzione open source nasce tramite il consorzio che ha intercettato le necessità dei vari comuni portando un notevole risparmio sui costi e nei termini dei processi organizzativi e di scambio fra le pa. Questo esempio è replicabile e, qualora esistessero più realtà - anche diverse fra loro - che ne seguono il percorso, in futuro poi ci si potrà concentrare sull'integrazione delle singole soluzione o sulla ristrutturazione in modo d'avere una parte centrale, quella dell'interoperabilità, valida per tutti. Fonte: Fondazione Bruno Kessler

La smart community degli enti locali va su scala nazionale: il caso Comunweb

Riuso e condivisione di strumenti tecnologici tra enti e progettazione condivisa e collaborativa delle sue evoluzioni. In Trentino Comunweb non solo è risparmio ma anche un cambio culturale. Che adesso comincia a estendersi fuori della Provincia di Trento. E’ uno “strumento di Sistema” che, possiamo con certezza dire, rappresenta oggi concretamente la smart community del Trentino. Uno strumento di Sistema quotidianamente alimentato da una “catena della fiducia” che lega indissolubilmente il Consorzio dei Comuni ed i propri Enti soci. Fonte: Agendadigitale.eu

"Dammi tre parole": progetto Comunweb visto da analisti e stakeholder