Le nuove funzionalità della Stanza del Cittadino

Continua lo sviluppo della Stanza del Cittadino, l’area personale di OpenCity. Nelle ultime settimane si sono aggiunti alla nostra community  altri 25 enti pubblici a cui diamo il benvenuto. Abbiamo raccontato i miglioramenti del nostro prodotto al webinar “Servizi pubblici digitali, la sfida dei comuni” organizzato da ForumPA il primo aprile 

Le funzionalità più importanti introdotte in questi ultimi mesi sono due. Il primo aspetto su cui abbiamo lavorato è legato alla creazione di nuove form. Ora gli enti, con il supporto dei loro tecnici, hanno la possibilità di creare i moduli online usando il backoffice senza bisogno di intervenire sul codice. I singoli uffici potranno creare in modo indipendente la modulistica di cui hanno bisogno per mettere online i servizi senza dover contattare il fornitore. 

L’altro aspetto su cui ci siamo concentrati è il miglioramento del design nella fase di creazione dei PDF adottando il progetto open source Gotemberg. Ora, una volta concluso l’iter di compilazione, è possibile creare un PDF simile alla form compilata.

Nuove funzionalità rilevanti in questo momento di emergenza sono:

  •  la possibilità di compilazione  di alcune pratiche anche senza SPID, che consente alle amministrazioni locali di estendere a tutti i cittadini l’accesso alla stanza per raccogliere dati aggiornati anche più volte al giorno;
  • la possibilità di attivare nuovi servizi digitali in autonomia. Abbiamo modificato  l’interfaccia per abilitare l’accesso ai servizi per gli operatori interni. Non è più necessario fare richiesta al nostro personale tecnico per aggiungere gli operatori. L’ente può creare i propri utenti e dare l’abilitazione a uno o più servizi dall’interfaccia web di amministrazione

Qui trovate il video del webinar organizzato da ForumPA. Abbiamo discusso del futuro dei servizi digitale della PA e presentato le novità della Stanza del Cittadino.